Commercialista a Roma

Coronavirus: posticipati i termini per l’invio delle Certificazioni Uniche e del 730

Con il Decreto Legge n. 9 del 2 Marzo 2020, che contiene misure urgenti per imprese, lavoratori e famiglie, a causa dell’emergenza epidemiologica del Covid-19 (c.d. coronavirus), il Legislatore al’articolo 1 ha deciso di posticipare i termini di invio dei modelli di Certificazione Unica 2020 e del 730/2020.

Commercialista a Roma

Sito e-commerce: è sempre obbligatorio emettere la fattura?

Anche nella nostra cultura, oramai, si è affermato un nuovo modo di procedere agli acquisti. Se prima i Consumatori erano propensi ad effettuare gli acquisti direttamente in negozio, con l’avvento e la propagazione di internet, oramai i Consumatori finali spesso effettuano gli acquisti direttamente sul web.

Commercialista a Roma

Modello Redditi o 730: differenze dei modelli dichiarativi

Tutti i Contribuenti, come previsto dal Testo Unico delle Imposte sui Redditi, siano essi persone fisiche che persone giuridiche ogni anno, salvo casi di esenzione specifici, sono obbligati a dichiarare i propri redditi e provvedere, di conseguenza, al conteggio delle imposte. 

Commercialista a Roma

Prime risposte dell’Agenzia delle Entrate sugli I.S.A.

Con la Circolare n. 17/E del 2 Agosto 2019 l’Agenzia delle Entrate ha pubblicato i primi chiarimenti relativamente ad alcune specifiche fattispecie che meritano di essere analizzate. Più precisamente con questa Circolare l’Agenzia delle Entrate risponde ad alcuni quesiti proposti dai Contribuenti.

Consulenza Fiscale a Roma

Niente sanzione per la mancata comunicazione della proroga o risoluzione di un contratto di locazione in cedolare secca

Il Decreto Legge n. 34/2019 (c.d. Decreto Crescita), con l’art. 3-bis ha soppresso l’art. 3, comma 3 del Decreto Legislativo n. 23/2011, che prevedeva l’applicazione di un sanzione di euro 50 e 100 per la mancata comunicazione di proroga o risoluzione di un contratto di locazione in cedolare secca.

Studio-Giannini

Utili deliberati nel 2017 ma incassati nel 2018

Fino alla pubblicazione della Legge Finanziaria 2018, l’incasso degli utili su partecipazioni in soggetti IRES detenute da un Contribuente persona fisica non in regime d’impresa, era soggetto ad un regime fiscale diverso a seconda del tipo di partecipazione.